Quali sono le differenze principali tra smalto gel e smalto semipermanente?

Smalto gel o smalto semipermanente….? questo è il dilemma

E’ proprio questa la domanda che si pone ogni donna quando decide di fare la manicure e di cambiare colore alle unghie. In questo articolo analizzeremo pro e contro delle due tipologie di trattamento per la cura delle nostre unghie per capire meglio quale è quello più adatto alle nostre esigenze.

Iniziamo col dire che sia che si scelga la ricostruzione con il gel sia che si preferisca lo smalto semipermanente in entrambi i casi avremo delle unghie belle, lucide e curate a lungo a differenza di quanto avviene con lo smalto tradizionale che dopo pochi giorni tende a rovinarsi e a perdere lucentezza. Questo ci fa capire però che si tratta di un trattamento  poco adatto per chi ama cambiare colore alle unghie continuamente magari per abbinarle agli abiti o anche semplicemente allo stato d’animo.

Smalto gel: caratteristiche principali

Lo smalto gel è l’unico prodotto che consente di modificare la forma, lo spessore e la lunghezza dell’unghia e di intervenire in quei casi che richiedono una maggiore resistenza come unghie fragili e che si spezzano facilmente ma anche di unghie danneggiate dall’uso di prodotti aggressivi. La ricostruzione con il gel è un processo abbastanza lungo e, nella maggior parte dei casi, richiede il ricorso a mani esperte; è difficile il fai da te dal momento che una volta applicato il gel ha bisogno di essere modellato, livellato e levigato al fine di ottenere la forma desiderata.

Dopo averlo applicato, il gel ha bisogno di una lampada UV o a LED per indurire così da diventare estremamente resistente e non poter essere danneggiato dalle comuni attività della vita quotidiana. Anche la rimozione dello smalto gel richiede una buona manualità perché, prima di applicarlo nuovamente, il gel va limato completamente fin quasi a raggiungere la superficie ungueale, una limatura eccessiva potrebbe però danneggiare l’unghia mentre una troppo superficiale comprometterebbe il risultato estetico della nuova applicazione. La manicure con smalto gel è estremamente duratura, potendo raggiungere anche i 20-30 giorni. Lo smalto gel è disponibile sia trasparente, che quindi dovrà essere coperto con uno strato di smalto classico o anche di smalto semipermanente, che colorato.

La ricostruzione con gel si presta molto bene anche all’esecuzione di nail art con decori e applicazioni di vario tipo ed inoltre è molto utile per chi soffre di onicofagia (il vizio di mangiare le unghie). Tra i contro dello smalto gel abbiamo il tempo di applicazione abbastanza lungo (in caso di allungamento si può arrivare tranquillamente a due ore) e l’uso prolungato di lampade UV che sono dannose per la pelle quanto le lampade abbronzanti (ma fortunatamente l’esposizione è limitata solo alla cute periungueale quindi il rischio di patologie da raggi UV è molto basso).

Smalto semipermanente: caratteristiche principali

La manicure con smalto semipermanente è molto pratica, veloce, non troppo costosa ma ha una durata inferiore rispetto a quella con applicazione di smalto gel (solitamente 2 settimane) e non consente di modificare la forma e/o spessore dell’unghia quindi non è utilizzabile per le ricostruzioni in caso di unghie particolarmente danneggiate. Lo smalto semipermanente offre solamente una copertura estetica pertanto in un’ipotetica classifica possiamo collocarlo a metà tra lo smalto classico e lo smalto gel. In termini di lucentezza quella del semipermanente è solo leggermente inferiore rispetto a quella del gel.

Come per l’applicazione dello smalto gel anche per lo smalto semipermanente abbiamo a che fare con un prodotto fotoindurente per cui è necessario utilizzare delle lampade UV per l’asciugatura.

Per quanto riguarda la rimozione in generale non è richiesta una limatura molto profonda (quindi è molto meno probabile che l’unghia si danneggi per una limatura eccessiva) e, negli ultimi tempi, sta prendendo sempre più piede una tipologia di smalto semipermanente che può essere rimossa con un apposito solvente quindi senza necessità di limare via il prodotto, parliamo dei cosiddetti smalti soak-off. In quest’ultimo caso basta immergere per qualche minuto le dita in un solvente (detto remover) che in pratica scioglie lo smalto semipermanente che poi può essere sollevato ed eliminato come una pellicola.

Anche per lo smalto semipermanente abbiamo un’ampia varietà di colori e texture però non si presta bene a tutte le tipologie di nail art, è inoltre un prodotto automodellante per cui si adatta da solo alla forma dell’unghia senza necessità di doverlo limare o levigare.

Con lo smalto semipermanente non è possibile fare ritocchi quindi se si rovina o quando la ricrescita diventa troppo evidente è necessario rimuoverlo e riapplicarlo. A differenza dello smalto gel con il semipermanente abbiamo il grosso vantaggio della maggiore facilità di applicazione e rimozione e del minor rischio di creare danni all’unghia, ciò significa che una volta acquistato tutto l’occorrente sarà possibile anche fare un’impeccabile manicure casalinga

In seguito all’applicazione dello smalto semipermanente l’unghia non acquisisce un maggiore spessore, una maggiore resistenza ai traumi né risulta rinforzata proprio perché, come abbiamo già detto, questo tipo di smalto offre soltanto una copertura estetica (proprio come lo smalto normale).

In entrambi i casi sarà comunque necessario curare mani ed unghie con creme ed oli nutrienti al fine di avere sempre un risultato impeccabile. Riguardo alla manicure il più grande mito da sfatare è quello che le unghie devono “riposare e respirare” e quindi è necessario fare una pausa tra un’applicazione e l’altra, in realtà non è così, quello che però è fondamentale è osservare con attenzione le unghie quando si rimuove il colore al fine di individuare tempestivamente discromie (alterazione della colorazione naturale), comparsa di micosi o di striature e quindi intervenire immediatamente.

Se hai ancora dei dubbi sulla tipologia di smalto più adatta a te, non ti resta che dar un’occhiata ai nostri prodotti!