Primer unghie: ecco le 3 domande che si fan tutte!

Nell’universo del make-up le domande da porci e/ o i dilemmi davanti al quale possiamo trovarci sono molteplici, svariati e non sempre facili.

Da paladini delle #nailcarelovers quali siamo, oggi vogliamo affrontare l’argomento primer unghie e rispondere alle 3 domande che tutte (volenti o nolenti) si fanno o si sono fatte almeno una volta.

Una per conoscerlo, una per capirlo e una per provarlo

Ma che cos’è questo primer unghie?!

Un formulato capace di “disidratare” l’unghia garantendoti l’evaporazione dei residui d’acqua e lo sgrassamento della superficie ungueale naturale. Fattori che, se volete ottenere la base per la perfetta manicure, sono fondamentali.

A tal proposito, infatti, il primer unghie è anche chiamato promotore di aderenza, la sua azione permette al gel o al colore di aderire e fissarsi all’unghia.

C’è da dire però che storicamente non era così piacevole da usare. I primi primer unghie, di fatto, erano liquidi che si caratterizzavano per l’odore aspro e pungente, oggi (per nostra fortuna) le formule sono cambiate e si sono adattate anche al mercato e alla nostra voglia di utilizzare primer unghie meno aggressivi per le nostre mani.

Allora posso usarlo anche io?

Dipende. Il suo utilizzo, infatti, va calibrato sulla base del tipo di unghia di ognuna di noi.

Se avete una tipologia di unghia forte, liscia e naturalmente grassa allora l’applicazione del primer unghie è d’obbligo. Se, invece, avete un’unghia debole che si sfalda facilmente allora potete evitare di usarlo o (ancora meglio) optare per un primer acid free più delicato.

E quindi? Come si applica?

Il primer unghie non va semplicemente steso. Il letto ungueale va prima lavorato con il buffer e pulito da ogni residuo di polvere, solo in seguito possiamo applicare il primer unghie con un pennellino sottile in modo uniforme. Il prodotto non deve toccare le pellicine, va dosato e tenuto in un tempo di posa di 2 minuti.

La mossa vincente per la tua manicure sta nella corretta applicazione del primer.

Potendo contare su una base solida, a questo punto, si può partire con l’applicazione dello smalto o del gel.

Giusto una delucidazione

Molti confondono il primer con il nail-prep: mentre il primo funge da promotore di adesione, il secondo prepara l’unghia all’applicazione del primer durante la ricostruzione.

I primer Lisa

Lisa Nail Primer G301

Primer non acido e non aggressivo.

Utilizzalo per favorire l’aderenza dei gel alle unghie naturali.

Da applicare prima dei gel base.

Lisa Nail Primer Acido G313

Primer acido.

Garantisce una tenuta perfetta anche su unghie difficili.

Da applicare sull’unghia naturale.

Da lasciare in posa all’aria 30”.

Indicato per unghie difficili e per ricostruzioni in acrilico.