Forma delle unghie e forma delle mani: come scegliere le combo perfette!

Non è una novità, le mani sono il nostro biglietto da visita e a volte non conta tanto la predilezione per il colore perfetto, quanto la scelta riguardo forma delle unghie e forma delle mani.

Optare per l’una o l’altra forma vuol dire tener conto in primis delle caratteristiche delle nostre dita e poi dell’impatto che vogliamo dare alla nostra manicure.

Questione di armonia

Un ruolo importante, quindi, viene giocato anche dall’optare per l’armonia tra forma delle unghie e forma delle mani. È la creazione del giusto contesto (e dell’armonia di quest’ultimo) che ci aiuta a rendere le nostre mani all’altezza di ogni situazione.

Conoscere per scegliere

Di forme per le nostre unghie ce ne sono davvero tante e la moda si spinge sempre più in là, proponendo le combo più disparate. Per scegliere quelle perfette per noi, ovviamente, la miglior cosa da fare è conoscerle!

Quadrata

Da intendersi in senso letterale, le unghie qui sono perfettamente quadrate con angoli ben definiti. Comoda e per questo anche molto comune, si adatta perfettamente a mani e dita sottili con letto ungueale piuttosto lungo. Al contrario, se avete un letto ungueale largo, evitate questa forma, le mani potrebbero sembrare più tozze e poco eleganti.

Ovale

Simile a quella a mandorla da cui differisce per l’ampiezza dalla base alla punta, è perfetta per chi ha dita lunghe e letto ungueale ampio perché dona eleganza alla mano rendendola meno tozza. Per godere di una forma ovale precisa dobbiamo optare per unghie un po’più lunghe.

Squovale

Il compromesso giusto per chi ama la forma ovale e quella quadrata (tipicamente utilizzata per il french). In questo caso gli angoli non sono semplicemente smussati e non definiti. Versatile e ideale per ogni forma, tanto da essere una soluzione ottima anche per chi ha mani robuste e letto ungueale largo e corto.

Rotonda

Anche qui cogliamo il senso letterale della parola. La forma dell’unghia, infatti, è proprio arrotondata, molto simile a quella ovale se non per la punta (più pronunciata) e per la lunghezza dell’unghia su cui viene fatta. Indicata per rendere l’effetto dita affusolate e per chi ha un letto ungueale piuttosto ampio.

Mandorla

Un evergreen per chi vuole dare l’illusione delle mani sottili. Differente dall’ovale per la punta non arrotondata, ma pronunciata. Anche nel caso della forma a mandorla l’ideale è un’unghia medio lunga.

Coffin

In seguito, chiamata anche ballerina per la traduzione letterale poco felice del temine (coffin in inglese significa bara, si avete capito bene: bara), la forma coffin ha la stessa tendenza di quella a stiletto dalla quale differisce per la punta quadrata. Consigliata su polygel, sconsigliata su dita corte e unghie naturali.

Stiletto

Una forma particolare, appuntita, difficile da tenere su un’unghia naturale. Perfetta se vuoi cambiare totalmente look e indicata se hai letto ungueale stretto e piuttosto corto, dal momento che, per questa forma, è sempre meglio affidarsi alla ricostruzione.

Riassumendo, ecco i nostri consigli per le combo perfette riguardo forma delle unghie e forma delle mani…

  • Mani piccole e dita sottili? Optate per una ovale o una squovale;
  • Mani grandi e dita robuste? Varate la forma squovale o quella rotonda;
  • Letto ungueale corto e largo? Scegliete tra forma rotonda, ovale e squovale;
  • Letto ungueale medio – lungo? Via a forma squovale, ovale e quadrata;
  • Letto ungueale largo? Armonizzate con forma ovale, rotonda e squovale;
  • Letto ungueale corto? Andate sulla forma a stiletto o, se proprio non riuscite a portarle, su una forma ovale