Le mani sono il biglietto da visita per tutte le donne e averle rovinate e trascurate vi farà sembrare immediatamente sciatte oltre che meno giovani, proprio perciò la cura delle mani è uno step fondamentale della beauty routine quotidiana di ogni donna. L’inverno, con le temperature rigide e con il vento, mette davvero a dura prova la pelle delle mani che appare sempre più spesso secca, screpolata e disidratata. E quindi come fare per avere mani sempre al top anche in inverno e anche per chi non ama indossare i guanti?Quali prodotti preferire per la cura delle mani in inverno?

Nell’articolo che segue ti forniremo tanti consigli utili per avere mani belle e idratate anche quando il termometro scende vertiginosamente.

Come proteggere le mani dal freddo

Avere le mani secche e disidratate in inverno è un fenomeno abbastanza comune, e quest’anno con i lavaggi sempre più frequenti e l’utilizzo smodato di prodotti igienizzanti a base alcolica la questione è diventata ancora più sentita.

Pelle screpolata, ruvida e con tendenza a formare dei piccoli taglietti superficiali (e nei casi più serie delle vere e proprie ferite) rendono l’idratazione delle mani un rituale quotidiano indispensabile.

La disidratazione della pelle delle mani che le rende arrossate e secche è dovuta a un’alterazione (e a volte addirittura alla perdita) della barriera idrolipidica che costituisce lo strato più superficiale della nostra cute e che è quella che ha essenzialmente funzione protettiva.

La prima arma a nostra disposizione per proteggere le mani dall’azione del freddo e degli agenti atmosferici è rappresentata dai guanti, infatti sono sufficienti dei semplicissimi guanti di lana per mitigare e ridurre gli effetti dannosi del vento e delle basse temperature. Ovviamente non dobbiamo pensare che l’utilizzo dei guanti ci metta completamente al riparo dai danni causati dal freddo alle nostre mani, sarà comunque necessario avere sempre la pelle bene idrata. Come fare? quali prodotti preferire e perché?

Chi dice che il benessere della pelle inizia da una sana alimentazione ha assolutamente ragione perché solo un apporto adeguato di vitamine (soprattutto la vitamina E necessaria per l’elasticità della pelle), sali minerali, acidi grassi polinsaturi (come l’olio d’oliva) e omega-3 (contenuti nel pesce) associati a un buon introito di acqua possono costituire la base da cui partire per avere una pelle sempre fresca e radiosa. 

Fondamentale poi per avere le mani morbide e bene idratate è utilizzare con assiduità prodotti nutrienti e saponi poco aggressivi. Potrà sembrare una banalità ma la scelta del sapone è indispensabile per non alterare eccessivamente il film idrolipidico dell’epidermide, è preferibile scegliere saponi con un pH neutro che rispetti quello della pelle e meglio se formulati con l’aggiunta di crema idratante o di olio (olio di oliva, di mandorle, di karitè) che aiutano a ricompattare immediatamente la barriera protettiva. Dopo aver deterso bene le mani, mattina e sera, è bene applicare sempre una crema idratante e nutriente da scegliere in base alle necessità; se il grado di secchezza non è eccessivo possiamo preferire anche una formulazione leggera a rapido assorbimento mentre quando abbiamo delle mani davvero screpolatissime sarà necessario prediligere (almeno la sera) prodotti molto grassi, magari anche un burro. 

Un consiglio utile per chi ha le mani molto danneggiate è quello di applicare una crema molto ricca e di coprire le mani con dei guanti di cotone (o per un rimedio casalingo altrettanto efficace va bene anche della pellicola per alimenti) in modo da fare un impacco che consente un assorbimento totale della crema e un’azione più profonda. Molto efficace è anche fare uno scrub delicato delle mani così da eliminare tutte le cellule morte e poi applicare la crema idratante. Per un’azione più energica puoi anche scegliere di fare un peeling esfoliante a base di acidi come l’acido mandelico o l’acido glicolico ma ovviamente dovrai affidarti a una professionista del settore.

Le creme migliori per nutrire la pelle delle mani sono quelle a base di burro di karitè, cera d’api, olio di oliva, olio di mandorle, olio di jojoba e miele magari con l’aggiunta di oli essenziali come quello di lavanda, di calendula o di malva dallo spiccato potere lenitivo quindi utilissime nei casi in cui la secchezza eccessiva della cute abbia causato dei piccoli taglietti molto fastidiosi e, a volte, addirittura dolorosi. Quando scegliamo la crema per le mani, specie se non abbiamo più 20 anni, preferiamo quelle che hanno anche il filtro protettivo contro i raggi UV per prevenire l’insorgenza di quelle antiestetiche macchioline scure che danno alle mani un aspetto non più giovanissimo.

E poi quando vuoi concederti una coccola, fai un bel maniluvio con acqua tiepida, amido di riso, miele ed oli essenziali; lascia le mani in ammollo per 15-20 minuti e poi applica la crema idratante vedrai che avrai immediatamente delle morbidissime mani di fata.

Quindi mai più mani screpolate con questi consigli semplici ma estremamente efficaci!